Tissi

Morto dopo overdose,svelata rete spaccio

Una florida attività di spaccio di stupefacenti è stata smantellata dai carabinieri della compagnia di Porto Torres in seguito alle indagini avviate dopo la morte di Roberto Borrielli, stroncato da un'overdose di cocaina il 2 luglio scorso in un terreno abbandonato nella periferia di Castelsardo. Oggi i militari hanno eseguito le misure cautelari emesse dal Tribunale di Sassari nei confronti di cinque persone, tra cui il presunto responsabile della morte di Borrielli. Agli arresti domiciliari è finito un 55enne, accusato di avergli ceduto la dose fatale di cocaina. Alle altre quattro persone, che secondo i militari gestivano l'attività di spaccio insieme al 55enne, è stato notificato invece l'obbligo di presentazione giornaliera alla polizia giudiziaria. Le indagini hanno permesso di ricostruire accuratamente gli ultimi momenti di vita della vittima, che, come conferma l'autopsia, è deceduta per tossicosi acuta da assunzione di stupefacenti.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie